Archivi del mese: maggio 2005

Ita sonu.

No dd’intendis custu sonu?
arrumbulendi in is origas
tumba tumba in sa conca,
depit essiri cuddu primu sonu
chi apu intendiu de annus.

No dd’intendis su sonu?
arrumbulendi in is origas
chi fait trìchit e tràcat,
depit essiri su sonu
de dus corixeddus chi s’istìmant.

No dd’intendis su sonu de su mundu?
arrumbulendi in is origas
fùrria fùrria de candu ddui est!
Giai ddu scis! est su sonu de sa genti
in circa de amori e paxi.

Che suono.

Non lo senti questo suono?
rotolando nelle orecchie
sbatti sbatti nella testa,
dev’essere quel suono primordiale
che sento da diversi anni.

Non lo senti il suono?
rotolando nelle orecchie
che fa trichit e tracat,
dev’essere il suono
di due cuoricini che si amano.

Non lo senti il suono del mondo?
rotolando nelle orecchie
gira e rigira da quando esiste!
Lo sai ! E’ il suono della gente
in cerca di amore e pace.

liberamente ispirato dal brano "What sound " – LAMB