Sono un petalo di gelsomino

Questa modesta traduzione in "limba" (variante campidanese) mi è stata chiesta dalla poetessa Perlasmarrita. Accolgo onorato l’invito, anche se, forse, il senso può cambiare (e cambia sicuramente); così come accade in tutte le traduzioni, si perdono frammenti di emozioni e sensazioni legate ad una parola, pesata e soppesata per dare quel senso, non un altro, solo quello che ha voluto l’autore/autrice. Magari nella traduzione le sfumature "altre" colte ed inserite nel significante, fanno perdere il significato, in un caleidoscopio di emozioni e colori, legate al "traduttore" (me medesimo) pensante e parlante in biligue, che cerca di fotografarne il senso, il suo. Si fa quel che si può.

Seu folla de gesminu
ancora biu, inboddicau intre sei,
a su frius de s’ierru.
Cucuru de monti
cinciddau de biancu lassau,
chi si’ispàcciat in s’atesu suu,
o sceti ‘ranu de sènapa,
abarrau intre is pinnigas de is didus,
chi no s’est arrendiu a is zummiadas de bentu?
Prus no sciu.

Fia casteddu ‘e arena
murigau de un’unda prus forti,
pinnigau de s’amori ‘e su mari
in is profundidadis prus mannas
e m’agatu torra statzioni po viagianti,
stracus de logus atesus e de desertus,
chi cìrcant acòlliu
in is pibiristas de is fueddus.
Funàmbulu provisòriu
caminu a pitzus de arrogheddus de imbirdu,
circhendi s’anima mia
in d’unu ocèanu de solitùdini.


Sono un petalo di gelsomino
sopravvissuto, accartocciandosi,
al rigore dell’inverno.
Cresta di monte
sfavillante di bianco abbandono,
che si consuma nel suo orizzonte
o solo granello di senape,
rimasto tra le pieghe delle dita,
che non si è arreso alle folate di vento?
Più non so.

Ero castello di sabbia
sconvolto da un’onda più audace,
portato via dall’amore del mare
in fondo ai suoi abissi
e mi ritrovo stazione per viandanti,
stanchi di lontananze e di deserti,
che cercano ristoro
nelle increspature delle parole.
Funambola precaria
cammino su frammenti di vetro,
cercando la mia anima
in un oceano di solitudini.

(Francesca)

Annunci

11 responses to “Sono un petalo di gelsomino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: