Archivi del mese: maggio 2007

sardus_votantonio_votantonio

Elettori "dai campi e dalle officine" (le poche che resistono) si sono recati per dire la propria sullo stato di salute della politica. Astensionisti in aumento, proliferare di liste civiche (alcune di chiaro orientamento, spesso mimetizzate per coprire lobbies locali), programmi fumosi ad arte, programmi copiaincollati, candidati in cerca di gettoni di presenza o visibilità, segretari di partito in vena di alchimie che mandano in avanscoperta gli altri, vanagloriosi in cerca di riscatto, campanilisti in berritta e belludu, quote rosa da inserire, scontenti del Soru pensiero, contenti del Soru pensiero, pionieri nel nuovo che avanza, conservatori del vecchio che non muore, promittenti di cose che non potranno mantenere, associazionisti all’arrembaggio, bacciapile nostalgici nel pensiero neoguelfo, candidati a sindaco al secondo mandato, candidati a vicesindaco perché sindaci da due mandati, giovani all’attacco, vecchi all’attacco, meno giovani all’attacco, trombati delle vecchie tornate elettorali, trombati manovratori dietro i trombati del passato, candidati per ripicca, candidati che rispondono a logiche parentali, candidati che sono fuori dalle dinamiche politiche come paracarri, candidati che non comprendono la differenza fra delibera e ordinanza, e chipiùnehapiùnemetta, non sono stati in grado di darmi uno sprazzo di luce per una strada percorribile. Risultato non mi hanno convinto, nessuno mi ha convinto. Ho tracciato con la matita copiativa quel segno obliquo lungo la diagonale della scheda…accontentando tutti i contendenti. Ai posteri l’ardua sentenza.

Elezioni Comunali del 27 maggio 2007 – Risultati Regione SARDEGNA


Sensi

sensos

apo ascurtau sas allegas de su silèntziu
apo badiau sos surcos de su nudda;
apo trastau su dolore ‘e s’anima
apo amanuncau s’infinidu.
In s’alirghia de s’olvidu
apo agatau acolliu.
S’anima mea esultat
bessidu de sensos de paghe

Sensi

Ho ascoltato le parole del silenzio,
ho osservato le linee del nulla;
Ho assaporato il dolore dell’anima
ho toccato l’infinito.

Nella gioia dell’oblio
ho trovato rifugio.
L’anima mia esulta
in un’estasi di pace.

– Mariafrancesca –

… grazie perlina.. per il regalo poetico che ci hai donato


Impara il sardo giocando

Cari amici blogheris, spesso mi avete chiesto dei link o vocabolari sulla lingua sarda, fruga fruga, toh! scopro proprio nel sito della regione Sardegna una ricca pagina, e tante sottopagine, sulla lingua e cultura sarda, sottovarietà comprese, vi invito a darci uno sguardo, merita!

…….dimenticavo cliccate nel link evidenziato sotto in rosso, … il sardo parlato con fumetti e varietà linguistiche.
buon divertimento.

Su sardu gioghende
– Giocare per imparare il sardo

"Su sardu gioghende" è uno strumento multimediale che consente ai bambini di avvicinarsi alla lingua sarda divertendosi e sperimentando il gioco. Lo ha realizzato l’editore Francesco Cheratzu della Condaghes di Cagliari con la supervisione scientifica e didattica della studiosa Maria Teresa Pinna Catte. Un libro elettronico pensato per invogliare i bambini delle scuole elementari, soprattutto quelli tra i sette e i dieci anni, a parlare in sardo.

Impara il sardo giocando – Su sardu gioghende
(…)

saludos e gosàdebos bene!


Giochi di guerra, mobilitazione a Decimo

GIORNATA DI MOBILITAZIONE CONTRO I GIOCHI DI GUERRA DELL’OPERAZIONE “SPRING FLAG 2007”

Dal 7 al 25 maggio si svolgerà l’esercitazione internazionale denominata “SpringFlag 2007”, che simulerà scenari di guerra sopra le nostre teste;
Inoltre dal 21 al 25 maggio sfrecceranno sulle nostre case anche durante la notte e non mancherà il famoso velivolo AMX, rinominato bara volante, che non più di due anni fa cadde nelle nostre campagne.
Il Comitato contro la base militare di Decimomannu invita tutti i sardi alla mobilitazione, in particolare le popolazioni dei paesi di Decimomannu, Villasor, San Sperate e Decimoputzu, direttamente esposti al pericolo durante tutto l’anno.

APPUNTAMENTO PRESSO IL PIAZZALE DELLA STAZIONE FERROVIARIA DI DECIMOMANNU
19 MAGGIO ALLE ORE 10:00
CORTEO PER LE VIE DEL PAESE


 

paginedidifesa:
Spring Flag 2007, esercitazione dell’Ami e FA italiane e straniere

dedalonews:
Aeronautica Militare: dal 7 maggio la Spring Flag 2007

Il Portale dell’Areonautica

 


Charles Bukowski

«Scrivere poesie non è difficile. Difficile è viverle.»
Charles Bukowski

"iscriber poesias no est malu. Malu est a las aconortare"

……..Quel bar non lo aveva
mai visto così pieno.
Sulla via per l’inferno
c’é sempre un sacco di gente,
ma é comunque una via
che si percorre in solitudine
.

……..cuddu tzilleri no l’abiat
mai bidu gai prenu.
In s’istrada de s’iferru
b’est semper unu muntone de zente,
ma est semper un’istrada
chi si picat a solos.


Canzone del Maggio

Cantzone de Maju
(Fabrizio De André)

"Gherraban gai cumente si jogat
catzutzos de maju fut normale
issos tenian su tempus puru pro sa galera
a los isetare in foras abarrabat
su matessi arràbiu su matessi beranu…”

Mancari chi su maju nostru
at fatu a mancu de su corazu bostru
si sa timoria de badiare
bos at fatu incrunare su murru
si su fogu at discansadu
sas bostras Millichentu
mancari bois bos credies assòlvios
sezis matessi imbolicaos.

E si bos sezis naraos
no est sutzedende nudda,
sas fabricas apperren torra
an’a arrestare carchi istudente
cumbintos chi esseret unu jocu
de poder jocare pacu
provae puru a bos credere assòlvios
sezis matessi imbolicaos.

Mancari azes tancau
sas bostras zennnas in murros nostros
sa notte chi sas panteras
nos mossicaban su paneri
lassandenos credentzones
pistare a banda de is’istradone
mancari como bo nd’afuties,
bois cudda notte fuzis presentes.

E si in sos bostros bichinados
totu arrumbat che deris,
chene barricadas
chene fertos, chene bombas,
si azes tentu pro bonas
sas "beridades" in televisione
mancari tandos bos sezis assòlvios
sezis matessi imbolicaos.

E si credies como
chi totu siet che a tandos
poite azes votadu galu
sa seguràntzia, sa dissiplina,
cumbintos de che istresiare
sa timoria de mudare
amus a torrare galu in tretos bostros
e amus abochinare prus in artu
pro cantu bois bos credies assòlvios
sezis pro semper imbolicaos.

Canzone del Maggio
Fabrizio De André

"Lottavano così come si gioca
i cuccioli del maggio era normale
loro avevano il tempo anche per la galera
ad aspettarli fuori rimaneva
la stessa rabbia la stessa primavera…”
 
Anche se il nostro maggio
ha fatto a meno del vostro coraggio
se la paura di guardare
vi ha fatto chinare il mento
se il fuoco ha risparmiato
le vostre Millecento
anche se voi vi credete assolti
siete lo stesso coinvolti.

E se vi siete detti
non sta succedendo niente,
le fabbriche riapriranno,
arresteranno qualche studente
convinti che fosse un gioco
a cui avremmo giocato poco
provate pure a credervi assolti
siete lo stesso coinvolti.

Anche se avete chiuso
le vostre porte sul nostro muso
la notte che le pantere
ci mordevano il sedere
lasciandoci in buonafede
massacrare sui marciapiedi
anche se ora ve ne fregate,
voi quella notte voi c’eravate.

E se nei vostri quartieri
tutto è rimasto come ieri,
senza le barricate
senza feriti, senza granate,
se avete preso per buone
le "verità" della televisione
anche se allora vi siete assolti
siete lo stesso coinvolti.

E se credete ora
che tutto sia come prima
perché avete votato ancora
la sicurezza, la disciplina,
convinti di allontanare
la paura di cambiare
verremo ancora alle vostre porte
e grideremo ancora più forte
per quanto voi vi crediate assolti
siete per sempre coinvolti,
per quanto voi vi crediate assolti
siete per sempre coinvolti.