leggere sardo!

Salterella salterella, clicca qui e clicca dilà, ho beccato un bel po di libri della sterminata letteratura sarda in pdf.
Cliccare per credere nella pagina Sardegnacultura il link biblioteca sarda (dell’assessorato dei BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA)

I libri tranquillamente e velocemente scaricabili vanno da Abate Francesco a Zizi Bachisio

in particolare uno fra i miei autori preferiti Sergio Atzeni
– Il quinto passo è l’addio
Passavamo sulla terra leggeri
– I sogni della città bianca
– Racconti con colonna sonora
– Due colori esistono al mondo. Il verde è il secondo

Inoltre, visto che ultimamente ne ho parlato in alcuni post, un interessante libro sul banditismo
"Banditi a orgosolo"

per gli amanti della LIngua sarda il primo studio organico (udite udite) del tedesco Wagner
"La lingua sarda" di Max Leopold Wagner (del 1950)

Per chi come me è anche amante della poesia in limba…il mitico e sempre attuale "Peppinu Mereu" – Poesie complete – a cura di Giancarlo Porcu
traduzione di Giovanni Dettori, Marcello Fois,Alberto Masala

Nella sezione "Dizionari" si trovano interessanti ed utili vocabolari di
Luigi Farina, Giovanni Mura e il Dizionario di Porru Vincenzo Raimondo

e inoltre Grande Enciclopedia della Sardegna in dieci volumi, scaricabili sempre in pdf…

ora scusate se con i miei amici…d’altri tempi…mi canto alcune poesie

Fortza Paris e…….
Buona lettura!

 

Annunci

18 responses to “leggere sardo!

  • falconemaltese

    Il libro è anche un piccolo feticcio da tenere in mano! comunque grazie

  • Bardaneri

    verissimo falconemaltese ma ne convieni che non puoi avere una biblioteca in casa. Intanto uno sbircia i libri, ad es. quelli di Atzeni, poi magari se li compra.

    saludos

  • perlasmarrita

    Questo è un post che io collocherò tra le mie perle, quelle che trattengo in un angolo per evitare di perderle :)))…. e per averle sempre a portata di click :))
    Non conosco Atzeni, ed in questi giorni di sicuro non potrò scaricarmi nulla (vista la mia connessione e il mio tempo risicato) ma quando leggerò qualcosa ti saprò dire :))
    Grazie, intanto :))

  • Alderaban

    “Passavamo sulla terra leggeri”..letto da qualche mese
    una costruzione epica che richiama vagamente la grande letteratura sudamericana che ritrova le radici profonde della storia sarda.

    Lo specifico linguistico-letterario sardo è di notevole qualità; al visitatore che viene dall’esterno sembra quasi che le vicende stariche invece che di ridurne ne abbiano per reazione esaltato lo sviluppo di uno specifico culturale.

  • martik

    Grande Barda, questi libri mi sono davvero di grande aiuto e finalmente posso leggere la mia lingua.
    Non avevo libri in dialetto.
    Se per caso trovi qualcosa in nuorese fammi un fischio, comunque scaricherò ogni cosa che trovo.

    Inoltre ti ringrazio di cuore per esserti fermato ad ascoltare la mia collaborazione con napartaud, ma la cosa più bella è che non ti ha lasciato indifferente. Io vorrei che lasciasse qualcosa a tutti, positiva o negativa, ma non indifferenza.
    Tu hai apprezzato e visto che la musica è l’unico modo con cui riesco a esprimermi e comunicare, i commenti come il tuo, mi fanno sentire serena e ritrovo un senso in ciò che faccio.
    Un caro saluto dalla tua conterranea

  • VIQUE

    questa pagina me la salvo;c’e’ tutto quello che e’ prezioso per arricchirsi di Sardegna
    buona serata carissimo

  • napartaud

    ..c’hai lasciato immersi nel piacere della lettura… e nel piacere di una terra meravigliosa!!!
    Non chiedo di più.
    Inizio a leggere…
    Buona domenica.
    Au revoir.

    Sinceramente e teatralmente.
    R.M.N.

  • anonimo

    DANIELE LUTTAZZI SOSPESO DA LA7

    La direzione de La7 ha deciso di sospendere la messa in onda dello spettacolo di satira Decameron, di cui è protagonista Daniele Luttazzi.

    Con Daniele Luttazzi è stato stipulato un contratto che garantiva la sua più totale libertà creativa, come dimostrato dalle puntate fin qui andate in onda.

    Di questa libertà era necessario fare un uso responsabile, cosa che non è avvenuta. Infatti nella puntata di sabato scorso, replicata giovedì, Daniele Luttazzi ha gravemente insultato e offeso Giuliano Ferrara, che con la stessa la7 collabora da anni come coconduttore di 8 e mezzo.

    Le espressioni usate sono palesemente in contrasto con la satira, e si configurano come una provocazione alla dignità e all’onore personale di un nostro collaboratore.

    La7 si riserva anche di considerare la questione sotto il profilo legale per i possibili danni di immagine, trattandosi di una emittente fondata sul binomio inscindibile di libertà e responsabilità verso le persone così come verso il pubblico.

    I contenuti video relativi al programma Decameron, per motivi di diritti, non sono più disponibili sul sito.

  • anonimo

    Stasera è successo un fatto gravissimo: per motivi legali ( nessuna comunicazione ufficiale della sospensione del programma ) io e Franza Di Rosa abbiamo completato al montaggio la puntata n.6 che doveva andare in onda. Verso le 20, dei funzionari di La7 sono entrati in sala montaggio per impedire fisicamente che proseguissimo. Hanno occupato la stanza, hanno intimato al tecnico di sospendere ( senza averne titolo ), uno di loro si è seduto al mio posto alla consolle e non se ne andava, sfidandoci. Ho telefonato all’avvocato: stavano commettendo un reato ( violenza privata ) e potevo chiamare la polizia. A quel punto sono usciti. Poi, quando ho finito e me ne sono andato, uno di loro è entrato per CANCELLARE TUTTO IL GIRATO di Decameron, passato e futuro. Spero non l’abbiano fatto.

  • perlasmarrita

    Ti lascio un saluto caro e l’auspicio di una buona settimana.
    Vado via per un pò. Ci si legge al mio ritorno 🙂
    Un abbraccio 🙂

  • ROSALUNA37

    Grazie “Bardanè” !!!
    Quanti spunti ci dai..
    Ma ce ne sono in logudorese ? Bonas dies !

  • Bardaneri

    certamente rosaluna, ad esempio frantziscu masala

    saludos

  • immensita

    anche tu fan di Peppino Mereu…adoro la poesia in sardo

  • nheit

    bel lavoro Barda,
    se avessi una macchina fotografica
    stamattina coglierei nel nostro cielo il sorriso che non rivela i sogni degli occhi irrequieti di Sergio Atzeni,
    là sopra quelle torri

  • anonimo

    bardanè, te ne sei accorto adesso?

  • Bardaneri

    no anonimo certo che no, me ne ero accorto da tempo, solo che ora ho dato uno sguardo con più perizia…

    saludos

  • anonimo

    grazie barda, mi mancava di leggere “i sogni della città bianca” anche se per ora resto fortemente legata a “passavamo sulla terra leggeri.
    a presto ad atlantide
    mm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: