I fuochi di Sant'Antonio

Foghidoni, fogonni, tuva, foghilloni,…questi uno dei tanti nomi al falò che si accende (ma possono anche essere di diverso numero) al vespro del 16 gennaio, in moltissimi paesi della Sardegna in onore di Sant’Antonio Abate con riti, usanze, cibarie varie e diversificate a seconda della zona geografica. Lo spettacolo è assicurato, anche se qualche ambientalista non lo vedrà di buon occhio per il fatto che molti alberi vengono bruciati, ma li rassicuro poichè, avendo partecipato per diversi anni alla raccolta della legna, in genere si tagliano alberi secchi o abbattuti da un fulmine, raramente alberi in salute.
La notte del 16 gennaio è illuminata da grandi fuochi, la speranza è che non piova.
Il 16 gennaio segna inoltre l’inizio del Carnevale tradizionale: le maschere fanno la loro prima comparsa, sopratutto in paesi come Mamoiada con i ben noti mamuthones; intorno ai fuochi si cantano i classici trallalleru ma anche goggius, per chi ha una visione più tradizionale, e si balla, non disdegnando di assaggiare di tanto in tanto i dolci tipici dell’occasione bagnati da un buon bicchiere di vino, tutto fino alle prime luci dell’alba, ovviamente per i più resistenti. Qualcuno, certo, ne uscirà alticcio, per non dire ubriaco.
Poco importa, come dicevano i latini, semel in anno licet insanire…

per ulteriori informazioni su origini, luoghi di festa, dolci ecc…
cliccate su
sardiniapoint

ma se guardate in rete c’è tanto sull’argomento…
magari anche sul mio blog
 che più o meno ricalca questo post, con in più la ricetta de su pani ‘e saba 

Annunci

13 responses to “I fuochi di Sant'Antonio

  • nheit

    16 gennaio giovedi
    S .Antonio Abate
    “…Allora, coperto da un rude panno, si chiuse in una tomba scavata nella rocca nei pressi del villaggio di Coma.
    In questo luogo sarebbe stato aggredito e percosso dal demonio.
    Senza sensi venne raccolto da persone che si recavano alla tomba per portagli del cibo e fu trasportato nella chiesa del villaggio, dove si rimise.
    Dicono i libri che il santo si recava all’inferno per contendere al demonio le anime dei peccatori …e ci riusciva spesso”

    che meraviglia di storie scaldate
    dai fuochi nella notte che si ricongiunge ai riti pagani di purificazione di terra e animali

  • ROSALUNA37

    “Sos foghilones” Fatti per strada e saltadoli in coppia si diventava , “compare e comare” per la vita !!
    Sono gli stessi Bardaneri ? Mi pareva di ricordare per “Santu Juanne ” a giugno.
    E’ un’altra festività ?

  • perlasmarrita

    Anche in calabria c’è una zona ( a cavallo tra la provincia di cosenza e quella di catanzaro) dove si festeggia in pompa magna sant’antonio abate.
    Se non sbaglio è il santo che protegge gli animali domestici… sbaglio?
    Ciao Bard, buon inizio settimana.:)

    ps: quella è la maschera tipica della tua zona? Mi hai dato un’idea… cerco di recuperare quella della mia zona per postarla.

  • Bhaky

    Interessantissimo!

    Ciao!

  • militante

    adoro le feste tradizionali con radici antiche..

  • nheit

    è il 16 di gennaio.S.Antonio Abate
    ora del vespero
    nelle strade dei paesi
    ardono piante di rosmarino che emanano nell’aria il loro profumo, mentre davanti al fuoco si distribuiscono i pani benedetti..

    E qui in città piove niente fuochi.
    però nella mia strada si son dimenticate accese le luminarie di Natale
    ed io le guardo e trasformo queste luci in fuochi veri
    e caldi

  • ROSALUNA37

    “Su Caracasu ” arbusto profumatissimo , che emana nel “Su Ighinadu” – rione – un aroma particolare e accattivante , che ci tiene
    uniti, Sos foghilones, nel mio paese si fanno per Santu Juanne a Giugno.
    Si salta per tre volte di seguito “Su Foghilone” preferibilmente un uomo e una donna e si diventa comare e compare per tutta la vita, con molto rispetto. Nheit non so se si tratta della stessa festività in data diversa .
    E’ una festa molto sentita nel paese e
    molto simpatica , ne sento nostalgia per la comunanza e l’appartenenza del vicinato e della sua gente.
    Nheit , sento anche in te lo stesso turbamento, se l’identifichi con le luminarie dimenticate del Natale.

  • Bardaneri

    per tutta la notte ha piovuto, fra il crepitio delle fiamme e la gente che a mano a mano scemava per rincasare. Ci rifaremo vivi a santu srebestianu, sapadu notte, pro un’atera notte de fogos,

    a menzus bider

  • is4morus

    in otzana puru fiat proendi ma sa festa no si dd’at sculada etotu!
    bonu ‘carrasegare’ a totus!
    a si biri

  • falconemaltese

    Quanti ricordi di fave e lardo!

  • nheit

    se dovessi rinascere vorrei essere un ramo di lentischio profumato e colorato…e il fuoco fra i capelli.

    san Antonio abate
    San Sebastiano
    san Giovanni feste pagane legate ai momenti dell’anno agrario.
    Rosaluna qui in città da piccola ho partecipato ai fuochi di San Giovanni che si svolgono in coincidenza col solstizio d’estate

  • Brabudu

    Deu ap’a andai su 19 a Pauli, nc’at a essi fogadoni e mùsica po baddai
    Ocannu abarru in campidanu!

  • nocedifool

    m’è sempre piaciuto sant’antonio e lo festeggio ogni anno!
    nel centro italia dove sto però, alcune zone rurali festeggiano sant’antonio, altre san giovanni. non mi azzardo a dire quale dei due sia più sentito, ma di certo i fuochi almeno nella mia esperienza, sono più legati a quest’ultimo. il 24 giugno, la campagna ne è piena. il 17 gennaio purtroppo tutto tace. invece l’8 dicembre per la venuta, i fuochi li fanno anche in città.
    ok aggiudicato il prossimo sant’antonio lo passo tra i fuochi sardi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: