Archivi del mese: gennaio 2009

Bisos

Bìsami

Chi custa cantzone mia … crompat a tibe
T’at a jugher inube nudda e nemos l’at ascurtare
L’ap’a cantare cun pagu boghe…murmuriandedila
e at a cròmpere innantis de … ti dromire

E si … m’as a bisare
Dae su chelu ap’a orrugher
E si… m’as a dimandare…
Da inoghe t’ap’a rispunder…
E si… tristura e bodiore as a tenner
Da inoghe…ap’a iscantzellare

Bìsami si nibat
Bìsami soe nue
Soe bentu e anneu
Soe inube andas…

E si m’as a bisare
Cudda cara torra ap’a tenner…
Mai prus…mai prus cussu prantu pro mene
Errighe e torra ap’a tenner…

Bìsami si nibat
Bìsami soe nue
Soe su tempus chi consolat
Soe inube andas…

Rèves de moi amour perdu
Rèves moi, s’il neigera
Je suis vent et nostalgie
Je suis où tu vas

Bisami amore faddiu
Domo mea est impare a tue
Soe s’umbra chi as a fagher
Bisami da inibe…
Coro meu est inibe…

Sognami

Che questa mia canzone…arrivi a te
Ti porterà dove niente e nessuno l’ascolterà
La canterò con poca voce…sussurrandotela
E arriverà prima che tu…ti addormenterai…

E se… mi sognerai
Dal cielo cadrò…
E se… domanderai…
Da qui risponderò…
E se… tristezza e vuoto avrai
Da qui… Cancellerò

Sognami se nevica
Sognami sono nuvola
Sono vento e nostalgia
Sono dove vai…

E se mi sognerai
Quel viso riavrò…
mai più..mai più quel piangere per me
sorridi e riavrò…

Sognami se nevica
Sognami sono nuvola
Sono il tempo che consola
Sono dove vai…

Rèves de moi amour perdu
Rèves moi, s’il neigera
Je suis vent et nostalgie
Je suis où tu vas

Sognami mancato amore
La mia casa è insieme a te
Sono l’ombra che farai
Sognami da li…

Il mio cuore è li…

– Biagio Antonacci

(l’autore non rientra fra i miei orizzonti musicali, ma il testo mi pare interessante)

Annunci

Barack Hussein Obama II – Su bisu


Io Ho Davanti a Me Un Sogno
Martin Luther King, Jr.
Discorso Pronunciato da Martin Luther King Washington, 28 Agosto 1963.

Tenzo unu bisu, chi sos bator fizicheddos meos an a bìvere una die in d’una Nassione in ube no an a esser zudicaos po su colore de sa pedde issoro, ma po sas calidades de su caràtere issoro. Tenzo in cara unu bisu, oje!

I have a dream that my four little children will one day live in a nation where they will not be judged by the color of their skin but by the content of their character. I have a dream today!

Io ho un sogno, che i miei quattro figli piccoli vivranno un giorno in una nazione nella quale non saranno giudicati per il colore della loro pelle, ma per le qualità del loro carattere. Ho davanti a me un sogno, oggi!.


Gaza!!!

Intremesu su de tresi

Su prùinu su sànguni is muscas e su fragu
in s’arruga in su satu sa genti chi morit
e tui, tui dda tzèrrias gherra e no scisi ita est
e tui, tui dda tzèrrias gherra e no ti spiegas puita.

S’atòngiu in is ogus s’istadi in su coru
sa gana de donai su spiritu de tènniri
e tui, tui dda tzèrrias gherra e no scisi ita est
e tui, tui dda tzèrrias gherra e no ti spiegas puita.

Israele usa le bombe al fosforo a Gaza

terzo Intermezzo
(da "Tutti morimmo a stento" – F. De Andrè)

La polvere il sangue le mosche e l’odore
per strada fra i campi la gente che muore
e tu, tu la chiami guerra e non sai che cos’è
e tu, tu la chiami guerra e non ti spieghi il perché.

L’autunno negli occhi l’estate nel cuore
la voglia di dare l’istinto di avere
e tu, tu lo chiami amore e non sai che cos’è
e tu, tu lo chiami amore e non ti spieghi il perché.

 


Ciao Faber

Primo Intermezzo
  
Aliorum irides mundorum
habent colores quos nescio
Iuxta aliorum rivos mundorum
enascuntur flores quos non sentio*

Primo Intermezzo

Gli arcobaleni d’altri mondi hanno colori che non so
lungo i ruscelli d’altri mondi nascono fiori che non ho
Gli arcobaleni d’altri mondi hanno colori che non so
lungo i ruscelli d’altri mondi nascono fiori che non ho

(preso "gentilmente" da Sara di faberdeandre* "habeo" è la traduzione letterale, ma con "sentio" (usato come "accorgersi") rispetto la rima.)

video

Fondazione de andrè


Fermiamo il massacro di Gaza

Palestinesi come i pellerossa?
FERMIAMO IL MASSACRO di Gaza!!

 

 

Una raccolta di foto delle manifestazioni contro il massacro di Gaza in tutto il mondo
 


 

Cagliari: manifestazione contro la pulizia etnica in Palestina
manifestazione che avrà luogo sabato 10 gennaio 2009 alle ore 16,30 con raduno a Cagliari in piazza Garibaldi

sinistracritica

pane-rose.

gramscicagliari

gcoristano

Pensa agli altri

Una poesia di Mahmoud Darwish per riflettere sul nuovo anno

Mentre prepari la tua colazione, pensa agli altri,
non dimenticare il cibo delle colombe.
Mentre fai le tue guerre, pensa agli altri,
non dimenticare coloro che chiedono la pace.
Mentre paghi la bolletta dell’acqua, pensa agli altri,
coloro che mungono le nuvole.
mentre stai per tornare a casa, casa tua, pensa agli altri,
non dimenticare i popoli delle tende.
Mentre dormi contando i pianeti , pensa agli altri,
coloro che non trovano un posto dove dormire.
Mentre liberi te stesso con le metafore, pensa agli altri,
coloro che hanno perso il diritto di esprimersi.
Mentre pensi agli altri, quelli lontani, pensa a te stesso,
e dì: magari fossi una candela in mezzo al buio.

 

Barak sogna il blitz krieg ma l’aria sta già cambiando

di Michel Warschawski  – su Il Manifesto del 02/01/2009

Bisogna dirlo e ripeterlo: quella che si svolge nella Striscia di Gaza non è una guerra, ma una carneficina compiuta dalla terza forza aerea al mondo contro una popolazione indifesa. Bisogna dirlo e ripeterlo: la carneficina di Gaza non è una reazione «sproporzionata» ai razzi lanciati dai militanti della Jihad Islamica e altri gruppuscoli palestinesi sulle località israeliane vicine alla Striscia di Gaza, ma un’azione premeditata e preparata da molto tempo, come d’altronde riconosce la maggior parte dei commentatori israeliani. (…..)
 

Riguardo alla dis-informazione tg1 tg2 rete 4 canale 5 italia uno, ed in particolare su Claudio Pagliara: Vergognatevi!! voi non avete il prosciutto sugli occhi, non vedete il massacro dei civili. Mentite sapendo di mentire. Il sionismo trionfa anche nei mass media italiani. La vostra coscienza dov’è?

TESTIMONIANZA DA GAZA
Vittorio Arrigoni*
(30 dicembre 2008)
 
Un messaggio cordiale di fine anno a Tg1, Tg2, Rete 4, Canale 5, Italia uno, Claudio Pagliara su tutti, ma anche il Tg3: ANDATE A FARE IN CULO.
Siamo sotto le bombe a Gaza, e molte sono cadute a poche centinaia di
metri da casa mia. E amici miei, ci sono rimasti sotto. Siamo a 160
morti sinora, una strage senza precedenti. Terroristi? Hanno spianato il (……)