Archivi categoria: haiku

Verba Ludica in haiku

L’haiku (俳句, pronuncia giapponese /haikɯ/ con tono basso su /ha/ e tono alto su /ikɯ/) è un componimento poetico nato in Giappone, composto da tre versi per complessive diciassette sillabe. (5,7,5)

Verba Ludica!
un gioco di scrittura
con forme haiku

haiku
tuoni, fulmini,
un lampo …intuizione,
apro l’ombrello

Ama col cuore
le cattiverie scorda
sotto la luna

su carta crespa
un sonetto d’amore
scriverò per te

sbatte sincrona
un’anta di persiana
nel maestrale

ho barattato
nel mercato dei sogni
pianti con risi

haiku575

cupi volano
nei campi d’asfodelo
aerei da guerra

>>>>> haiku ferragostani

haiku1

ombra di leccio

Questo post fa parte di un gioco di scrittura tra blogger su parole scelte a turno dai partecipanti. Parole e partecipanti li potete trovare sul blog “Verba Ludica”, al link:   http://carbonaridellaparola.blogspot.it/
Annunci

Io non respingo

ascuta imoi:
in susu nci ddus bogant
a palletonis

òminis che a nosu,
mancai de atru logu

àtzia sa boxi
nara ca ses cuntràriu
a su machiori.

òminis e fèminas!
no bèstias …che i-custus…

 

ascolta ora:
al nord gli respingono
a fucilate

uomini uguali a noi,
anche se di altri Paesi

alza la voce
dì che sei contrario
alla pazzia

Uomini e donne!
non animali …come questi…

Accanto ai brevi componimenti "haiku, di tre versi (di 5 – 7 – 5 sillabe) esiste una forma di composizione denominata waka (poesia giapponese, in opposizione a quelle cinesi) o tanka (poesia breve) di 31 sillabe, ripartite in unità di 5-7-5-7-7 sillabe rispettivamente. La poesia breve tanka, è presente da secoli nella cultura poetica giapponese.

Sulla scia dei brevi componimenti Haiku ferragostani, già postati "per gioco", ma stimolato nuovamente da Nheit ne ho preparato altri con tematiche attuali:- verdi leghisti (ma neri come la pece) che, in base a "moderne" teorie ma di memoria benitiana, dimenticano che i loro avi varcavano l’oceano in cerca di fortuna. Oggi masse di diseredati fuggono dalla fame e dalle guerre. Non possiamo mandarli via. Alziamo la voce non possiamo permettere che pazzi invasati possano governare con questi metodi medievali.


grazie Ida Krot


Haiku … ferragostani

Sitzira cantat
S’istadi giai ispàciat
Torrat s’atòngiu

canta la cicala
l’estate quasi al termine
ritorna l’autunno

Abarra citiu
iscarràffiant s’orroca
ogus de soli

Resta in silenzio:
graffiano la roccia
i raggi di sole

Mi ero già cimentato (giusto per giocare) nella scrittura di "haiku", brevi componimenti di tre versi (di 5 – 7 – 5 sillabe), che costituiscono i metri classici nella storia della poesia giapponese.
Ogni haiku contiene (nel senso che è necessario) un KIGO, ossia una parola – fiore, frutto, festività o altro – che evoca la stagione che lo incornicia.
saludos


ancora vivo

Arribau soe inoghe
Chene mòrrere
E acabat s’atonzu
 
 
(sono arrivato fin qui
senza morire
e finisce l’autunno)
 
(shini mo senu
tabine no hate yo
aki no kure)